La ricorrenza del 1° maggio non è ancora un festa per tutte

Sei in: News

“Precarietà, settori sottovalutati, difficoltà di conciliazione vita-lavoro: in Italia, la Festa del Lavoro è ancora lontana dall’essere una festa per tutte. Le donne continuano a subire disparità salariali, a confrontarsi con la precarietà e a trovare ostacoli nella conciliazione tra vita privata e professionale. Manca un approccio sistemico e strutturale per colmare il gender gap. Le politiche di pari opportunità vengono spesso ridotte a politiche di famiglia e maternità, trascurando le reali esigenze delle donne nel mondo del lavoro. Serve un cambiamento radicale. L’indipendenza economica è uno strumento fondamentale per la libertà delle donne e per contrastare la violenza. Solo con un impegno concreto e politiche mirate potremo costruire un futuro in cui il lavoro sia davvero un’opportunità di crescita e libertà per tutte le donne”. Queste sono state le parole, il 1° maggio, dell’associazione nazionale D.i.Re – donne in rete contro la violenza che rappresenta 87 associazioni su tutto il territorio nazionale, fra le quali anche Demetra donne in aiuto che ne è socia.

La questione dell’occupazione femminile desta molta preoccupazione anche in Emilia-Romagna e sul nostro territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Demetra da anni, realizza progetti a sostegno dell’inserimento e del reinserimento lavorativo delle donne vittime di violenza, sia con lo Sportello lavoro finanziato dalla Regione Emilia-Romagna da quasi vent’anni che attraverso altri progetti. Nel 2023 con lo Sportello lavoro, Demetra ha inserito nel progetto di riqualificazione professionale 14 donne, di queste 9 hanno trovato lavoro. Demetra dal 2023 partecipa al progetto Turning Point, finanziato dalla Regione e realizzato insieme all’associazione SOS Donna di Faenza, a Confcommercio Imprese Italia- Ascom Lugo, CGIL Provinciale di Ravenna, Cisl Romagna, e alla BCC- Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese. Il progetto prevede l’alfabetizzazione digitale e finanziaria e anche dei tirocini retribuiti, Demetra ha coinvolto 7 donne con l’inserimento di 2 di loro in tirocini retribuiti. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna è una partner del progetto. Si tratta di progetti con i quali Demetra mette a disposizione idee e risorse per le donne, compresa la rete di altri soggetti istituzionali, banche e aziende ma resta necessaria la realizzazione di politiche nazionali o il rischio è quello di tamponare i problemi in un contesto destinato ad aggravarsi.

Resta in contatto con noi

Inserisci la tua email e clicca ISCRIVITI per iscriverti alla nostra newsletter.

* Obbligatori